accedi   |   crea nuovo account

Paziento il sonno

Il mio corpo trasportato dai fiumi dell'alcool e del delirio
come un traghetto per la mia anima
vaga lento
trascurato dal mio mare in tempesta

Paziento il sonno
e attendo
rimirando le mie stelle
e le stelle dei tuoi occhi

 

2
3 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • STEFANO ROSSI il 09/02/2013 16:51
    Molto bella, ha ragione il Raffa sono due poesie in una... la cosa bella è che la poesia parte come se la tua idea era di dire un orgia di emozioni ma in realtà nell'altro verso concludi in poche parole... e ne bastano poche... davvero complimenti Pini
  • Rocco Michele LETTINI il 07/01/2013 05:49
    LA NOTTE COME ANTIDEPRESSIVO CHE RIDONA NUOVA LINFA A UN ALBA SOLEGGIATA D'AMOR PURO... LA MIA LODE LAVINIA...
  • Raffaele Arena il 06/01/2013 21:00
    Davvero ben scritta e un sogno come appassionato. Sono due poesie in una. La prima introspettiva, la seconda di un amor romantico. Complimenti. E buona festa! Befana!!!! (ovvero CoLei che è capace di scacciare, tra il 5 e il sei di gennaio, nell'era pre-cristiana gli spiriti negativi. Buon 201... (per scaramanzia)

3 commenti:

  • Anonimo il 19/03/2013 21:09
    molto apprezzata complimenti
  • loretta margherita citarei il 07/01/2013 04:25
    apprezzata complimenti
  • Alessandro il 06/01/2013 21:31
    Notte delirante di inquietudine alcolica. Attendiamo il sonno appesi a un barlume di stelle in mezzo alla tempesta. Piaciuta molto.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0