PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Credere nell'innocenza delle cose

Credere nell'innocenza delle cose
pure e stravolgenti,
incivili come allegorie rinascimentali,
perplesse paludi danno alla luce
piccoli esseri insignificanti
che vivono...
planando leggeri
sul dolce sibilo dell'acqua immobile,
sulle grandi foglie che galleggiano,
ove, si posano e discutono
con inebrianti parole e risate
che mai si sentiranno;
un urlo lontano spaventa la pace paludare,
tutto corre e scappa
trovando riparo
in quei luoghi visibili a chiunque...
era solo un fiore, che sbocciando
aveva dato al mondo
le sue prime parole d'amore.

 

1
1 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

1 commenti:

  • Alessandro il 09/01/2013 22:09
    Parole dolci che sbocciano da un fiore non udito e non scorto. Carina

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0