accedi   |   crea nuovo account

Due astri, una luce: stars

Una storia di alcuni anni fa, di dieci anni o poco più
una musica del passato che proviene da laggiù
di un pensiero indefinito
e di un sogno non svelato
che nel mese assai più freddo
d'improvviso con stupore è arrivato fino a me.
Mi ricordo di una notizia arrivata con ritardo
la salute da trattare con riguardo
un regalo assai aspettato
forse un poco anticipato
ma lo avevo già capito in quel suono un po' straniero
diveniva una realtà, incarnazione di pensiero.
Che parlava di amicizia, di una gran condivisione
suono, ritmo, grande luce, armonia di una canzone
quella luce la ritrovo in quel volto tuo splendente
con lo sguardo di turchese come di stella nascente.
Di straniero tu hai anche il nome, abitudini un po' pazze
l'irrequieto che non amo che hanno tutte le ragazze.

Non capisco ma ti seguo
non capisci ma mi segui
confrontarci un'esperienza che mi rende assai ridicolo
che diventa poi un'intesa che assomiglia ad un miracolo.

 

3
3 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 10/08/2013 06:02
    Molto apprezzata... complimenti.
  • silvia leuzzi il 10/01/2013 21:31
    A metà strada tra il racconto e la poesia, senza peraltro perdere il suono, tenuto melodioso dalle rime. C'è questa rimembranza che parte con una datazione più o meno precisa, così come non sono precisi i ricordi quando ci vengono evocati da una musica. Ci fermiamo estatici e sul flusso armonioso delle note noi vediamo d'incanto apparire ciò che fummo e le sensazioni che provammo. Tanto più quando i ricordi ci attraversano dentro, perchè evocano sentimenti e sensazioni, che ci hanno rapito nell'estasi dell'amore.
    Non so se c'ho preso ma lo sai io sono fatta così ahahahahh ciao
  • Don Pompeo Mongiello il 10/01/2013 10:34
    La poesia è bellissima, ma immagina che il tuo figliolo la deve imparare a memoria, che fatica! Non credi?
  • Rocco Michele LETTINI il 10/01/2013 05:20
    SCORREVOLE VERSEGGIO NEL SUO PROFONDO SENTIMENTO... e' TENEREZZA IN AMORE... IL MIO ELOGIO ANTONIO E IL MIO BUON GIORNO

3 commenti:

  • laura il 14/01/2013 11:24
    "Non capisco ma ti seguo"
    "non capisci ma mi segui"
    Bella tutta la lirica complimenti! queste due frasi vanno a racchiudere tutto ciò che è questo sentimento! Alle volte anche se non si capisce, ci si affida all'altro, si crede in lui/ lei e si segue il non capire perchè sappiamo che chi abbiamo vicino non può farci del male! Bravo Antonio un grosso saluto
  • Anonimo il 12/01/2013 16:03
    una bellla lirica che va letta tra le righe... bella anto complimenti
  • stella luce il 10/01/2013 16:50
    due stelle unite... il diverso che però è accolto e capito... l'essere differente ma seguirsi per capiere diventare una sola luce... davvero bei versi

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0