PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Gli anelli di Saturno

Eviscerare l'orata
poi mangiarla

Aracnofobia e omofobia
uccidete l'alieno

Veleno a compresse
musica destabilizzante

Mondi diversi
osmosi

Massacro nella notte
non si vede un cazzo

L'uomo ride della sua
tenuta da fantino

Peperoni peruviani.

 

6
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Alessandro il 10/01/2013 13:19
    Critica sociale, immagini spontanee, paure interiori, tutto mischiato sapientemente in un delirio consapevole. Ottima davvero.

5 commenti:

  • Pepè il 15/01/2013 12:21
    Immagini dal sapore forte e spiazzante. Che vanno posizionate concentricamente come gli anelli di saturno. Al centro i peperoni peruviani che forse hanno lo stesso sapore delle immagini.
  • Anonimo il 10/01/2013 16:00
    La tua poesia è un po' strana, ma significativa.
    Mi associo con il commento di Alessandro.
  • Anonimo il 10/01/2013 08:11
    La prima fonte delle peggiori fobie sono certe religioni assolutiste e la cosa veramente triste è che la esercitano nel nome del DIO di TUTTI GLI ESSERI VIVENTI.
  • Anonimo il 10/01/2013 07:42
    Consiglio una frittura di anelli di saturno con contorno di peperoni peruviani. Ottimi contro ogni fobia.
  • roberto caterina il 10/01/2013 07:31
    Mi piacciono i peperoni peruviani... hanno un bel suono, forse anche un buon sapore...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0