accedi   |   crea nuovo account

Lento.. ento.. ntoooo

Una vita trascinata
invasa dall'assenza.
Una pelle viola
ormai troppo liscia,
piena dei lividi
della lontananza,
orfana dei brividi d'amore.
Una notte lunga,
troppo lunga, interminabile;
vissuta in un cielo senza luci,
in un campo senza colori,
in un mare senza conchiglie
in una stanza colma di gelo.
Labbra senza baci
occhi senza bellezza
naso senza profumo
e mancanza totale.
Un cuore che batte lento
troppo lento, perso in un'eco
sempre più lento.. ento.. ntoooo...

 

6
3 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 11/01/2013 17:53
    USANDO IL COLORE APPROPRIATO HAI DIPINTO IL DOLORE NELLE SUE MILLE SFACCETTATURE... AUREO VERSEGGIO AURO...
  • Anonimo il 11/01/2013 15:48
    Caro Aurè, sono sentiti i tuoi versi... chi non l'ha mai provato almeno una volta nella vita?
    Poesia originale, bella.

    Ps: Grazie per la bella e profonda recensione
  • stella luce il 11/01/2013 09:21
    versi pieni di un dolore che lento lento può portare al totale gelo...

3 commenti:

  • Anonimo il 11/01/2013 13:52
    Raramente mi permetto recensioni, data la mia incompetenza, ma me le ritrovo sempre... tra i commenti.
  • Anonimo il 11/01/2013 13:49
    Titolo e chiusa mi sembrano capolavori di originalità. Non da meno il resto, così ben descritto da far sentire tutta l'intensità di un VUOTO ESISTENZIALE da colmare. Urgentemente.
  • Fabio Magris il 11/01/2013 10:57
    Piaciuta. Noto che sei versatile nel cambiare stili di poesia. bello così. certo che l'"invasione di assenza" nella vita toglie volontà e voglia. Il cuore rallenta assieme ai pensieri.
    Pelle viola e troppo liscia... ma come le trovi queste?
    Complimenti

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0