PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Nel paese dell'amore

Pensando al futuro, un uomo decise
di seminare dei campi di grano,
l'anno seguente lui il grano recise,
col pane al paese diede una mano.

Un altro uomo più previdente ancora
piantò a terra degli alberi da frutto,
per oltre dieci anni raccolse allora
frutta da donare al paese tutto.

Infine un altro seminò l'amore
strada per strada con tutti i vicini
il gesto suscitò grande scalpore.

Quindi sia dai grandi che dai piccini
sparì d'incanto qualsiasi rancore,
nè più varcò del paese i confini.

 

4
7 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 12/01/2013 06:44
    Il paese dell'amore lodevolmente elogiato in un sonetto mirabilmente costrutto. FANTASTICO L'EFFUSO DI CALORE GIORNO... UNA PARABOLA DI VITA... IL MIO ELOGIO GIORGIO... SERENO FINE SETTIMANA

7 commenti:

  • Anonimo il 14/01/2013 22:19
    Bellissima Poesia molto significativa, da meditare... complimenti!
  • Anonimo il 13/01/2013 10:33
    Una poesia ch'è quasi una parabola. L'altruismo è, per sua natura, aperto agli altri e ne vediamo la dimostrazione, nelle due prime quartine.
    Ma, al di là dell'altruismo puro semplice, ciò che produce realmente frutti per tutti, anche per l'altruista stesso, è l'amore. Il seme dell'amore si rigenera in continuazione e produce sempre nuovi frutti.
    Molto bella e profonda!
  • carmela marrazzo il 12/01/2013 19:13
    nutrimento per il corpo e l'anima, cibo e amore... i bisogni primari di ogni essere vivente...
    si sa più niente dei 3 omini? ce ne sarebbe tanto bisogno..
    proprio bella Giorgio!
  • Alessandro il 12/01/2013 11:38
    Una semina che dà sempre i suoi frutti, peccato che nessuno sia disposto a fidarsi. Piaciuta molto
  • Dora Forino il 12/01/2013 09:39
    Una poesia che elogia l'amore, attraverso esempi di bontà per
    tutti. L'uomo che semino grano per dare pane agli abitanti, il contadino piantò degli alberi da frutta e infine donò al paese tutto. E da quel giorno sparì ogni rancore e tutti i piccoli che grandi, vissero in armonia.
    Quasi un a favola!
    Dora
  • giuliano paolini il 12/01/2013 07:09
    Sei un animo romantico e nobile hai ben compreso che l'amore non appartiene a nessuno anzi si manifesta nelle sue espressioni più incomprensibili quando l'uomo sparisce. Ben arrivato.
  • Fabio Magris il 11/01/2013 23:08
    Una bella storia. Magari fossero vere. Basterebbe accontentarsi per vivere bene. La morale è che per vivere bisogna mangiare si, ma sopratutto seminare amore per eliminare l'odio.
    Piaciuta. Ciao Giorgio.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0