accedi   |   crea nuovo account

Ebbrezza

porto franco della ragione
quell'uscio fiocamente accosto
frusciante di seta e di pelle
da broccati d'oro coperte

di vellutati fiori e frutti
s'offre disteso il lauto desco
e di miele assaporo acini
dalle grandi labbra coi baci

giace saliva sulla bocca
e profumo della tua essenza

suggo mai sazio vino d'eros
sul triclinio della lussuria
in un paradiso rococò

 

2
2 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 24/01/2013 22:22
    Poesia erotica di altissimo spessore per la delicatezza in cui viene espressa. Come sentimento e metrica. Piaciuta.
  • Don Pompeo Mongiello il 15/01/2013 10:33
    Un laudo senza riserve per questa tua meraviglia.
  • Rocco Michele LETTINI il 12/01/2013 17:48
    EBBREZZA D'AMORE EFFUSA IN LODEVOLI VERSI... PIU' FREQUENZA NEL PUBBLICARE... MANCANO I TUOI VERSI E LA TUA PRESENZA NEI COMMENTI... IL MIO ELOGIO
  • roberto caterina il 12/01/2013 14:48
    Un bel paradiso rococò. Piaciuta questa ebbrezza. Auguri di buon anno..

2 commenti:

  • Elisabetta Fabrini il 12/01/2013 13:15
    L'ebbrezza di un gioco d'amore... incantevole!
  • augusta il 12/01/2013 12:46
    giace saliva sulla bocca... ancora bravo... 1 beso

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0