accedi   |   crea nuovo account

Ognuno di noi è Quello che è

Intendimi fino in fondo
e berrai l'elisir del nostro veleno

inutile pugna
è il pugnalarci alla schiena affilando lame di occhi sul dorso dormiente della luna

anche Dio lascia morire un bimbo soffocandolo sotto un cuscino di preghiere inascoltate

li vedo cadere ogni giorno come boccioli di fiori mai nati

con pregi e difetti

ognuno di noi è Quello che è

 

5
8 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • giuliano cimino il 15/01/2013 00:07
    già e chi ci ama dovrebbe amarci per come siamo! Grazie vince di questa ne avevo bisogno, e quando un poeta soddisfa il bisogno del lettore, sia come bisogno letterario di bellezza che come stato d'animo in emozioni, quando un poeta fa tutto questo può considerarsi davvero tale
  • Anonimo il 13/01/2013 21:01
    Ognuno di noi ha luci ed ombre dentro di se, poi le situazioni aiutano a tirare fuori il meglio o il peggio... Versi saggi e veritieri... Bellissima Vincenzo!!!
  • Rocco Michele LETTINI il 13/01/2013 18:13
    BUONA DOMENICA... E SERENA PROSSIMA SETTIMANA...
  • Anonimo il 13/01/2013 10:19
    Una profonda verità Vincé. Ognuno di noi è quello che è e andrebbe rispettato così com'è.
    Di questo ne siamo convinti tutti, almeno a parole, poi nei fatti, specie quando siamo leali e diciamo le cose come realmente sono, nascono le incomprensioni e i rancori, proprio perché non amiamo che ognuno sia così com'è, ma vorremmo che fosse così come noi lo vogliamo.
    Bravissimo Vincè!
  • Anonimo il 13/01/2013 08:46
    Dio dà -e non può che dare- la libertà, gli uomini ne fanno spesso scempio!

8 commenti:

  • stella luce il 14/01/2013 06:59
    versi molto saggi... spesso purtroppo si è incapaci di accettare il diverso e lo si pugnala alle spalle senza ritegno... tutti siamo unici e diversi occorre solo rispettarci...
  • Anonimo il 13/01/2013 20:43
    Ragazzi cari, anzi carissimi, oggi voglio chiamarvi così proprio per quanto sto per dirvi: ma perchè -per quale CHIARO MOTIVO CHE VORREI FINALMENTE CAPIRE- dovrebbe significare NON RISPETTARE L'ALTRO COSI' COM'E', E HA PIENO DIRITTO AD ESSERE, unicamente perchè si vuole ANDARE A FONDO AD UNA RIFLESSIONE IN CORSO, CONFRONTARE VERAMENTE LE PROPRIE IDEE CON QUELLE DEGLI ALTRI??? Io SO di essere SEMPRE DISPONIBILE a cambiare idea se un altro me ne mostri una che mi convinca, quello che proprio non sopporto è che venga scambiata per mancanza di rispetto il voler semplicemente -ripeto- andare a fondo nel ragionare, NON ESSERE SUPERFICIALI.
  • Rocco Michele LETTINI il 13/01/2013 18:12
    IL TITOLO... GIA' ELOQUENTE DEFINIZIONE...
    L'INTIERO VERSEGGIO? UNA LODEVOLE RIFLESSIONE...
    SEMPRE UNICO NELL'ORIGINALITA' VINCÈ
  • Anonimo il 13/01/2013 15:50
    Ognuno di noi è Quello che è, con pregi e difetti come dici... ma non tutti sono in grado di accettare l'altro per quello che è... l'importante che ci sia del rispetto reciproco, sempre e comunque.

    Bravissimo Vincè!
  • giuliano paolini il 13/01/2013 14:34
    questa è enorme ci sono giorni che la vita racconta attraverso le mani e il cuore di qualcuno, oggi pare che abbia scelto la tua penna, ti ribacio e se non basta ti lascio un fiorellino come usava quando eravamo piccoli e felici.
  • karen tognini il 13/01/2013 09:28
    Molto ben scritta... ognuno ha i suoi difetti e quando su vuol bene vanno accettati... Grande Vince!!!!
  • anna rita pincopallo il 13/01/2013 07:51
    versi profondamente saggi come sempre bravissimo
  • loretta margherita citarei il 13/01/2013 04:25
    BELLA E PROFONDA, BISOGNA ACCETTARE L'ALTRO X I SUOI PREGI E DIFETTI, SEI MITICO

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0