accedi   |   crea nuovo account

Ti ringrazio

Ti ringrazio o Signore
per il dono più grande.
.. Avermi chiamato all'esistenza nella Fede.

Il mio cuore anelava a Te,
nelle notti buie e solitarie,
pur contrastato,
nel sorriso di un bimbo che nasce,
nelle terre di dolore,
nella meraviglia dell'eterna alba del mondo.

Il mio cuore, non trovandoTi, si struggeva
"... voca me... et iube me venire ad te..."
e Tu, mosso a pietà,
sei sceso dalla Croce e mi hai abbracciato.

Hai riconosciuto questa Tua povera Immagine
o Dio di Misericordia,
nel soldato morto in guerra,
nel bambino consunto dalla malattia,
nelle persone che muoiono nell'indifferenza e nella fame,
mi hai fatto vedere le ferite delle Tue braccia
distese sulla Croce dell'odio, del dolore e della violenza.

E io non ti ho più accusato.

Per il resto dei miei giorni ti loderò,
alzerò il calice della salvezza
e invocherò il Tuo Santo Nome.

".. ne permittas a Te me separari..."
Amen

 

2
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 15/01/2013 21:33
    mirabile e sentita preghiera... bellissima Pitro a te mi associo u abbraccio grande...

4 commenti:

  • Verbena il 05/09/2014 21:10
    Alla ricerca del Suo Volto è il cuore che sa amare il prossimo come sé stesso. Complimenti.
  • Pietro Saltarelli il 16/01/2013 06:44
    Grazie Carla. La nostra vita deve essere sempre un rendimento grazie. Mai dobbiamo dimenticare Colui che è fonte di ogni dono.
    Ti benedico
  • Pietro Saltarelli il 15/01/2013 16:48
    Grazie Paola, son contento che ti sia piaciuta
    a presto
  • Anonimo il 14/01/2013 19:47
    Bellissima e sentita preghiera.

    Bravo.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0