PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Tempus fugit

Imprigionato tra gli angoli d'una foto,
quanto limpido e accecante è lo sfoggio della sua potenza,
totalmente libero di schiaffeggiare
con lo schiocco vigoroso di rigogliose estati,
or che di sommesse risate alletta il tremore dell'inverno.

 

3
1 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Raffaele Arena il 16/01/2013 11:06
    Una foto è qualcosa che sbiadisce, che passa, e tu, la interpreto così non so se sia giusto, cerchi con questo bel componimento, di racchiudere quello che si definisce il "carpe diem", che è velocissimo, continuo. Che poi queste stagioni... porteranno sempre più al freddo, nonostante pubblicità distorta che viene data a danno dell'umanità intera. Bella.
  • Rocco Michele LETTINI il 16/01/2013 08:23
    IL TEMPO CORRE... E SOLO IL RIMEMBRARE RIDA' IL REMOTO ALLEGRO...
    MIRABILE VERSEGGIO SIMONE...

1 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0