accedi   |   crea nuovo account

A Francesco Muscarella Poeta del nostro sito

Fu veloce la gomma della notte
a cancellare la Tua voce dai calici dei fiori

non dal mio insito cuore

i boschi
i rami di un albero sballottati dal vento
gli amori perduti
gli emarginati
erano i Tuoi incendi

come è strana la mente
ritorna sulle orme dei suoi passi
e geme
ristampando parole scolpite da una pressa d'amore

i fiori hanno un solo tempo di sole

le farfalle un solo giorno d'amore

ogni fiume una foce

ed un braccio di mare come unica rilucente matrice di paradiso pronto ad accoglierlo nella gloriosa serenità di un immenso scintillante porto

 

5
5 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 16/01/2013 08:33
    UN RICORDO PREGNO DI UNA STIMA PERPETUA... GRAN MIRABILE DEDICA IN UN SUBLIM VERSEGGIO... IL MIO ELOGIO VINCÈ

5 commenti:

  • Anonimo il 16/01/2013 19:07
    Bellissima dedica Vincenzo... emozionante!!!
  • giuseppe gianpaolo casarini il 16/01/2013 12:35
    Bella e delicata dedica ad un Amico Cantore in versi..
    Bravo nel darGli la meritata memoria..
  • Anonimo il 16/01/2013 11:58
    La mente per fortuna, qualche volta e non per tutti, tiene conto del bello che si è colto e, al momento opportuno, sa riproporlo come un valore unico, cosi come lo è la tua dedica.
    Vincè bellissima e unica nel duo genere!
  • Anonimo il 16/01/2013 10:18
    Non ho conosciuto questa Persona, ma, se gli EMARGINATI erano i suoi "INCENDI d'AMORE", allora immensamente lo benedico. E proprio su questo Sito, dove spesso parliamo di amore romantico, di quell'altro amore molto meno... Eppure LORO sono molto più avidi d'amore di tutti i nostri poeti messi assieme. Anche se pure coloro che SEMBRANO persi solo dietro romantici- smi, spesso soffrono per mancanza di AMORE CONCRETO, e non possiamo certo dire noi se per carenze loro o altrui.
    Per onorare la memoria del nostro amico scomparso, e ancora pensando a tutti i carenti d'amore esistenti, a tutti voi, Amici, offro una mia poesia che di emarginati parla: "Parole mute". Vera
  • Anonimo il 16/01/2013 10:14
    Una bellissima dedica Vincè, con la magia dei tuoi versi uscite dal cuore!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0