username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Respiro

Ho viaggiato..
in terre oscure
e senza confini
sull'orlo del baratro.


Esploro la profondità,
e ad essa mi affido,
risorsa infinita
mistero insondabile.


Oltre la cortina
dell'effimero,
contemplo
la verità ineffabile
della bellezza che non muta.

 

5
5 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Alessandro il 17/01/2013 12:40
    Solo viaggiando sull'orlo del baratro si può scorgere un barlume di verità. Una discesa nell'ineffabile. Suggestiva e profonda.
  • Anonimo il 17/01/2013 10:35
    Il respiro è il primo ingresso alla vita ma, quello dell'autore, è un'esperienza interiore profonda e significativa, vissuta nell'anima.
  • Rocco Michele LETTINI il 17/01/2013 07:18
    UNA "PERSONALE" DE LO VISSUTTO... NE LO SAGGIO COSTRUTTO...
    IL MIO ELOGIO MARCELLO... ELOQUENTI CONSIDERAZIONJI...

5 commenti:

  • Anonimo il 18/01/2013 15:43
    Molto bella, significativa e condivisa.
    Bravo.
  • stella luce il 18/01/2013 06:53
    occorre spesso dover sprofondare negli abissi per poi poter ritornare... versi molto intensi
  • Francesca La Torre il 17/01/2013 12:15
    Sei molto bravo, mi piace cio' che scrivi e come lo fai. Piaciuta molto.
  • Elisabetta Fabrini il 17/01/2013 11:12
    Molto bella, molto profonda...
    bravissimo!
  • Michele Loreto il 17/01/2013 04:15
    La bellezza è una cosa più rara della saggezza, entrambe irrinunciabili ma spesso custodite in luoghi inospitali e talvolta pericolosi. Ma per un poeta cercarle è un dovere

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0