PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Al morto sul lavoro sconosciuto

L'amato asso cade il campione è morto:
sì giusto doveroso il cordoglio tributar
al caduto amico della folla conosciuto
ma che dir dei molti dai volti poco noti
due righe sole nelle gazzette di paese
cade dall'impalcatura e subito poi muore
si rovescia il trattore e lo travolge in pieno
l'alta tensione tocca rimane fulminato
gas tossico in raffineria un tragico destino
un carbonizzato anomala fiammata all'altoforno
illustri sconosciuti caduti tutti sul lavoro
anche per voi si levi una voce di ricordo
un abbraccio a famiglie vostre in pianto.

 

2
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 17/01/2013 18:01
    PER LO STATO RESTANO SOLO "MORTI BIANCHE"... UN LENZUOLO CHE COPRE SOLO IL LORO CORPO SFRAGELLATO E POI... NULLA PIU'...
    TOCCANTE E REALE VERSEGGIO... TUTTA LA MIA COMPRENSIONE PER IL TUO PROFONDO COSTRUTTO... GIUSEPPE

2 commenti:

  • loretta margherita citarei il 17/01/2013 17:16
    una grossa piaga le morti bianche, ancora nn si investe con sufficienza sulla sicurezza nel mondo del lavoro, ottima e condivisa poesia
  • Alessandro il 17/01/2013 12:44
    Una piaga umana e sociale, spesso nell'indifferenza dei padroni. Molto sentita.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0