PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Dov'è equilibrio?

Impietose ed ingiuste
son morte e sorte
che in nessun conto tengon
età, meriti e colpe.
La morte può
all'improvviso colpire
e nel fior degli anni
giovane, sana vita spezzare
mentre da corpo
martoriato e dolorante,
come riluttante,
ambita signora,
si fa lungamente attendere
e desiderare.
La sorte, parimenti,
fortuna elargisce talvolta
ad empi e bricconi
e s'accanisce invece
contro gli onesti e i buoni.
Infin mi chiedo, dove sian
giustizia ed equilibrio
in questo nostro mondo
se a cavalcar sull'intera umanità
è di pochi scellerati
l'empietà?

 

6
8 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 22/11/2014 17:27
    Veritiera, da apprezzare e lodare questa tua eccelsa.
  • Raffaele Arena il 23/01/2013 12:56
    Quel che noi consideriamo equilibrio molto spesso non trova risposta se non nel nostro costante equilibrio interiore, e mantenersi forti daventi al bene al male, come al piacere e al dolore che sono nella vita. Bellissima lirica, scritta con rabbia, reazione a emozione provata e dichiarata in versi asciutti, essenziali che vanno diritti al punto. Piaciuta davvero, senza piaggeria.
  • Rocco Michele LETTINI il 21/01/2013 18:13
    Fantastico e reale verseggio con interrogativo di chiusa encomiabile... LA MIA LODE STEL
  • Anonimo il 21/01/2013 15:37
    Un dubbio che affligge molta gente, specie le persone più sensibili, a cui non sempre c'è una risposta apparentemente di senso.

8 commenti:

  • alberto accorsi il 22/01/2014 16:42
    Mah! Chissà dove andremo a finire di questo passo. E se anche Atropos avesse un destino?
  • Gianni Spadavecchia il 27/01/2013 16:19
    Amarezza nel leggere e chiedersi ciò.. Piaciuto il tuo spunto, verità.
    Apprezzate le rime e le assonanze.
  • loretta margherita citarei il 21/01/2013 17:45
    in questo mondo nn c'è giustizia, piaciutissima complimenti
  • Alessandro il 21/01/2013 16:48
    La morte è equa e allo stesso momento non lo è: colpisce tutti, prima o poi. Alcuni, come i giovani, vengono colpiti ingiustamente prima. Bella poesia.
  • Anonimo il 21/01/2013 15:48
    Un dubbio che affligge molta gente, specie le persone più sensibili, a cui difficilmente possiamo dare una risposta di senso.
    Altro è per le ingiustizie provocate dalla libertà dell'uomo, esercitata con egoismo e disinteresse verso i propri di
    simili, di cui se ne respira l'aria in tutti i campi, politica compresa. Complimenti per la tua riflessione che andrebbe approfondita ulteriormente.
  • laura il 21/01/2013 15:18
    alle volte vediamo cose a cui non riusciamo a dare senso, pensiamo che sia doloroso e triste! forse lo è davvero! ora non so se dietro a queste ingiustizie, vi è una logica... la vita ci mette davanti a situazioni difficili! si deve conoscere il brutto per apprezzare il bello, ma ci sono situazioni che prorpio non comprendiamo! Bella questa poesia complimenti ciao
  • Anonimo il 21/01/2013 14:53
    bella stel porta a profonda riflessione certo, che tutto questo ci fa pensaare, ma forse ognuno di noi ha un suo tempo ed una suo destino complimenti cara bellissimal lirica
  • Anonimo il 21/01/2013 14:39
    Il libro della vita è scritto in una lingua che è spesso straniera per noi e non è davvero facile tradurre. Ho cercato di approfondire un po' l'argomento in "Domande e risposte".

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0