username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Canto del desiderio

Canto della notte,
del desiderio che strugge,
labbra si sfiorano
in un soffio leggero.

Esploro la tua pelle
come un'antica mappa,
cerco la sorgente
per spegnere la sete
che arde..

Nel vuoto dei pensieri,
i sensi, padroni tiranni,
trascinano nel gorgo..

Poi la quiete..
la luce, l'alba,
vicini, lontani,
due mondi.

 

2
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Alessandro il 26/01/2013 14:24
    Un desiderio così melodioso da risuonare come un canto sulla pelle. Carina davvero.
  • Gianni Spadavecchia il 26/01/2013 06:21
    Due mondi, vicini e lontani, paralleli ma uniti.. Bella poesia!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0