username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Mi hanno rubato il mare

Ieri qualcuno di nascosto
mi ha rubato il mare,
il mio mare,
quello di acqua e di schiuma,
quello di panna e di sale.
Ma hanno rubato il mare!

Lo avevo chiuso nel cassetto,
un cassetto di nuvole e brina
un cassetto senza lucchetto
un cassetto di polvere d'oro...
Ridatemi il mare, il mio mare,
restituitemelo!

Venite come i ladri di notte
e rimettetelo al suo posto!
Io non trovo più pace, né sonno!
Io non trovo la strada di sera,
senza sentire il suo dolce richiamo.
il suo fischiettare tra labbra di marea.

Ridatemi il mare,
ve ne prego,
senza il mio amante
non potrò più sognare
senza i suoi baci sarò come morta
in un'urna di silenzio mortale.

 

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

8 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 06/04/2013 10:50
    Chiedo di nuovo scusa, è una recensione!
  • Anonimo il 26/01/2013 19:34
    una poesia tremendamente bella che trascina in forti sensazioni che l'autrice ha saputo donare donando versi che lasciano il segno e che inducono a seria riflessione... poesia molto apprezzata complimenti!!
  • Rocco Michele LETTINI il 26/01/2013 17:02
    Profonda come l'estesa di un amare a cielo aperto... Tanti sentimenti rubati e recriminati... LA MIA LODE PER QUESTO RIFLESSIVO POETAR... ANNA
  • Alessandro il 26/01/2013 14:12
    Il furto del mare, metafora che rimanda a una perdita sul piano emotivo-relazionale. Come se un pezzo di noi ci avesse lasciato per sempre. Molto sentita.
  • ciro giordano il 26/01/2013 14:03
    questo tuo mare è il tuo, sempre lo sarà, il problema sono i ricordi che col tempo si affievoliscono... Ma c'è talmente tanto pathos, una tale passione in questa tua che non c'è da temere... Felice di ritrovarti cara Dea, ti mando un grande abbraccio
    ciro( arturo)
  • marcello moiso il 26/01/2013 09:57
    Profumo di salsedine, rumore di onde.. in questi versi. Quella massa ora limpida, ora scura, che ci attrae, e pare scorra dentro di noi.
  • Giorgio Thieme il 26/01/2013 08:50
    Cara Anna, questa poesia mi è particolarmente cara e la rileggo volentieri perchè molto vicina al mio modo di sentire. Quando viene rubata la cosa più cara che si ha c'è un grande dolore, non tanto per il valore in sé ma per lo spirito affettivo che ci lega ad essa. Qui il furto è solo ipotetico ma simula molto bene il sentimento che lo ispira, quell'affetto viscerale quasi incontrollato che ci fa amare certe cose. Qui perdere il mare significa perdere tutti i propri sogni, tutte le proprie speranze ed in sintesi tutta la propria vita.
    Ecco perchè apparirai "come morta in un'urna di silenzio mortale".
    Credo questa sia per me una delle tue più belle poesie, grazie per averla riproposta in questo portale.
    Giorgio
  • Auro Lezzi il 26/01/2013 08:49
    Se lo trovo te lo porto subito Anna mia.. Nel frattempo te ne posso dare un po' del mio...

10 commenti:

  • Don Pompeo Mongiello il 06/04/2013 10:50
    Voleva essere una recensione e ben meritata.
  • Don Pompeo Mongiello il 23/03/2013 08:10
    Molto apprezzata e piaciuta questa tua straordinaria!
  • antonina il 26/01/2013 18:58
    Io che vivo al mare e lo adoro, se non potessi più vederlo sarebbe come perdere una parte di me stessa. capisco i tuoi versi.. versi veramente belli. Complimenti.
  • Fabio Magris il 26/01/2013 10:57
    Giorgio ha fatto davvero una recensione molto accurata ed esaustiva, per cui mi associo a quel che lui ha detto.
    Il mare... Anche io non potrei vivere lontano, specie dal MIO mare... Visito città bellissime, paesaggi stupendi, ma il mare è vitale e... quando torno a casa percorro SEMPRE la costiera perché mi si apre l'anima al rivedere la mia città adagiata tra mare e altopiano..
    Grande Anna, abbraccione one one.
  • Anonimo il 26/01/2013 10:15
    Molto profonda e significativa questa tua. Comprendo benissimo il tuo sentire che è anche il mio.
  • anna marinelli il 26/01/2013 09:52
    Fabio Solieri, grazie dell'avvertimento, tanto più che NON SO NUOTARE!!!
  • Fabio Solieri il 26/01/2013 09:46
    Attenta, il mare può essere pericoloso quanto bello, l'ira delle sue tempeste si sfoga con forza indomabile all'uomo. Non tradirlo mai. Amalo se vuoi, ma non chiedere nulla in cambio.
  • anna marinelli il 26/01/2013 08:55
    Giorgio carissimo, anche stare per anni su un portale come quello che abbiamo condiviso per anni è come giacere in un'urna di silenzio mortale, ecco perchè l'anima anela altri spazi per dipiegare le ali immense delle nostre fragili poesie! GRAZIE AMICO MIO!
  • anna marinelli il 26/01/2013 08:50
    Auro, sìììììììììì, lo voglio! baci e... grazie
  • augusta il 26/01/2013 08:23
    la chiusa è bellissima... 1 beso

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0