accedi   |   crea nuovo account

21 sul binario della morte

Soffocata da putridi aromi
spalla a spalla
con cadaveri eretti
dove orbite morte
hanno il nero del niente.
Su rotaie assoldate
i pensieri digrignano i denti
mentre l'urlo rappreso
si fa muto e deriso.
Scoppia lenta
lacrimevole arresa
-dignità chiede udienza-
ma nell'aria che getta cristalli
solo l'ultimo ferroso viaggio.

 

0
4 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Antonio Garganese il 26/01/2013 19:10
    Oggi chiudeva il campo di sterminio di Auschwitz. Da non dimenticare la dignità di chi non c'è più e di chi è rimasto come pure monito per non ripetere gli errori del passato. Ciao.
  • Rocco Michele LETTINI il 26/01/2013 17:20
    una triste pagina de la nostra storia diligentemente voluta in profondi versi che toccano l'attento lettore... IL MIO ELOGIO MANUELA

4 commenti:

  • silvana capelli il 27/01/2015 13:30
    La dignità chiede udienza, ma nessuno ascolta. Sono momenti da non dimenticare è vero. che si aggiungono ad altri atroci fatti che continuano a insanguinare la faccia della terra. Non resta che pregare! brava!
  • Attanasio D'Agostino il 02/10/2013 20:47
    grazie poetessa per aver dedicato si nobili versi... a gesti di disimana viltà, un caro saluto
  • Domiziana Gigliotti il 26/02/2013 09:25
    Bel testo scritto con maestria in ricordo di ciò che l'umanità intera non deve dimenticare. Versi che toccano profondamente l'anima del lettore.
    Buona giornata.
  • Manuela Magi il 26/01/2013 17:36
    Grazie davvero, un pezzo di storia a ricordare quanto vile possa essere un uomo.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0