accedi   |   crea nuovo account

Il tempo che non dimentica

No, non finisce mai
quel tempo del pianto...
È sempre goccia
sulle pupille del ricordo
di un passato
che inginocchia mente,
che assale d'orrido
stupire, ogni volta,
rivisitando disumanità
di ideologie mai cancellabili
in quel calvario costretto,
attraversato da infiniti respiri
d'innocenza,
inermi al ludibrio imposto
e alla sottile morte,
designata imponente arguzia
dal carnefice oscuro.
In quei, or sacri, luoghi di massacri,
sempre risuona l'ineluttabilità
di quelle demoni anime
che mai avranno pace
per i loro delitti
lungo il tempo che non dimentica.

 

2
1 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 26/01/2013 22:51
    IL TEMPO NON CANCELLA LE MACCHIE DI SANGUE... NELLA TUA RIFLESSIONE DI TOCCANTI VERSI TUTTA IL MALVAGIO CHE IMBRATTA IL NOSTRO CAMMINO... LA MIA LODE MARIELLA

1 commenti:

  • Ellebi il 27/01/2013 02:34
    Il tempo dimentica troppo in fretta invece, per la fortuna di chi ancora soffre, ma non di coloro che venuti dopo, non si rendono conto che ancora quei massacri possono ripetersi. Ancora qui, magari, in quella civiltà europea, troppo spesso intenta ad autocelebrarsi, e spocchiosamente guardare gli altri paesi dall'alto in basso, dove nel secolo scorso si è verificato lo sterminio più grande della storia dell'umanità. Complimenti per la tua poesia.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0