accedi   |   crea nuovo account

Ho memoria di Te

Ho memoria
delle Tue guance scavate dalla fame dell'odio

ho memoria

oh dio

in quel fumo nero
il mio sguardo s'abbassa

ho...

sono memoria di Te

bocche inascoltate le Tue lacrime
troppo eteree per poter mordere
troppo concrete per poter scorrere

lacrimano senza piangere

splendono senza brillare

 

7
5 commenti     6 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

6 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 28/01/2013 10:45
    Splendida nel suo contesto generale.
  • Anonimo il 27/01/2013 19:13
    Un intenso e toccante omaggio in versi a coloro che sono stati vittime di una causa assurda... Bellissima Vincenzo... Complimenti!
  • Rocco Michele LETTINI il 27/01/2013 16:22
    HO MEMORIA DI TE... PER NON NON SEPPELLIRE NELL'OBLIO L'ATROCITA' UMANA... UN VERSEGGIO DENSO DI EMOZIONI...
    IL DISTICO DI CHIUSA... S_U_B_L_I_M_E
  • roberto caterina il 27/01/2013 14:09
    Una bella riflessione per il giorno della memoria e una commuovente immagine di lacrime senza pianto.
  • Anonimo il 27/01/2013 12:02
    Una memoria ch'è solo un ricordo. Sgomento per qualcosa ch'è stato, ma che nella realtà di oggi non è cambiato nulla, eccetto il ricordare. Un ricordare che nulla cambia nella realtà dell'uomo di oggi, sempre attento soltanto ai valori effimeri e al denaro.
    Ricordare per non dimenticare, è vero, ma bisognerebbe poi ricordare che il ricordo è vivo soltanto se produce in noi un cambiamento che, nell'umanità di oggi, ancora non vedo.
    Bravissimo Vincenzo!
  • Auro Lezzi il 27/01/2013 08:26
    Per il giorno della memoria un ricordo amaro e risoluto... Mai più!

5 commenti:

  • Eugenia Toschi il 28/01/2013 10:15
    Un omaggio toccante... all'ingiustizia assurda all'umanità.
  • Alessandro il 27/01/2013 21:26
    La fame dell'odio. Un tributo intenso e dovuto a chi venne privato di libertà e dignità.
  • antonina il 27/01/2013 16:11
    Bella e commovente... per non dimenticare..
  • Gianni Spadavecchia il 27/01/2013 13:46
    Bellissimi e tristi versi. 27 Gennaio 1945, data che non si può dimenticare.
    Piaciutissima!
  • Anonimo il 27/01/2013 12:04
    bellissima... lirica intensa e sentita per ricordare... per non dimenticare mai ciò che abominevole è accaduto... grande vincenzo... toccante...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0