username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Sabbia

Nell'azzurro di cristallo
una timida vela lambisce
un pallido orizzonte.

Orme si imprimono
nell'effimera memoria
del chiaro silicio.

Onde bagnano i ricordi,
assorto nella marea
dei miei pensieri,
esploro l'infinito
che si rispecchia..

 

5
3 commenti     6 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

6 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ela Gentile il 10/02/2013 11:36
    Lo sguardo osserva una vela all'orizzonte e imprime orme nella memoria che affonda nei ricordi, riportando alla luce emozioni antiche. Incantevole poesia molto apprezzata.
  • Anonimo il 01/02/2013 19:58
    L'effimero, l'infinito, le orme, i ricordi, una sequenza di immagini che crea il cortometraggio d'una vita.
  • Rocco Michele LETTINI il 01/02/2013 17:32
  • Anonimo il 01/02/2013 16:48
    Atmosfere cromatiche che accarezzano il testo. Introspezione delicata e malinconica nella costante ricerca di un finito infinito.
    Ciao
    Aurelio
  • gio porta il 01/02/2013 13:25
    Uno sguardo attento che parte dall'orizzonte e arriva all'infinito passando per il cuore. Mi piace.
  • Auro Lezzi il 01/02/2013 10:47
    Dopo il tuo meraviglioso carillon ecco vicina la clessidra dei tuoi sogni.

3 commenti:

  • Gianni Spadavecchia il 02/02/2013 06:30
    Sensazione di pace anch'essa, di estrema felicità e di ricerca di se stessi.
  • Giorgio Thieme il 01/02/2013 22:41
    Infusione di emozioni e sentimenti con lo splendore della natura rendono particolarmente bella questa poesia donandole un fascino particolare.
    Molto apprezzata
  • Alessandro il 01/02/2013 17:42
    La memoria più effimera, quella scavata nella sabbia, che viene presto sbiadita dalla marea. Molto atmosferica.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0