PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Soprusi

La vita più scavata da condanne
è quella della forza striminzita,
il circo di una tigre senza zanne.
Ogni alba svela un'anima irretita.

Il tempo è sbrigativo e mai ci basta
a schiudere dall'ombra i capi chini;
ciò che agnognamo ha fine iconoclasta
nel morso dissennato dei meschini.

E l'unica cosa che acquieta i torti
è la caduta dei falsi forti,
di chi guarda ma non vede,
di chi prende ma non chiede,
di chi ottenne senza sforzo
il tesoro che possiede.

 

9
8 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Andrea il 04/02/2013 11:02
    una poesia, due poesie, e cosi anche le altre, tutte fantastiche... sei veramente talentuoso alessandro, hai mai pensato di pubblicare una tua raccolta??? con stima, un saluto
  • Anonimo il 01/02/2013 19:42
    Versi particolari, espressione d'un animo eclettico, che con le sue espressive rime ci fa riflettere su come sia la mente umana, sempre alla ricerca di nuovi sbocchi e inusitate vie da percorrere... Lirica piaciutissima...
  • Rocco Michele LETTINI il 01/02/2013 17:57
    Il tempo è sbrigativo e mai ci basta
    a schiudere dall'ombra i capi chini...

    TUTTO IN UNA MEDITATA RIFLESSIONE DA LA TUA SEMPRE ATTENTA OTTICA SU LO SCORRERE VITALE... IL MIO ELOGIO ALESSANDRO...
  • gio porta il 01/02/2013 13:40
    Mi piace. Interessante analisi che riesce a raccontare senza giudicare perchè ci lascia il dubbio che fa si che ci si ponga la domanda... da che parte stiamo?
  • Anonimo il 01/02/2013 11:59
    Una caduta che dipende dalla volontà di chi ha realmente preso coscienza della realtà. Una realtà che spesso è ben articolata nel coinvolgere tutti, dando a ciascuno un contentino.
    Molto bravo Alessandro!

8 commenti:

  • antonina il 04/02/2013 23:00
    Una bella poesia. Complimenti.
  • loretta margherita citarei il 02/02/2013 05:43
    grazie x le tue belle poesie
  • Fabio Magris il 01/02/2013 20:09
    Ogni singola parola è di alto significato. Ed è molto più che una poesia. Sarebbe tutto da sottolineare. La chiusa.. la chiusa deve dare una stoccata finale e lo fai sempre. Congratulazioni. Trasmetti sempre pensieri forti che fan riflettere.
  • Dora Forino il 01/02/2013 18:40
    Un mondo dissennato di
    meschinità e ipocrisia..
    Versi ben redatti!
  • Anonimo il 01/02/2013 17:11
    Letta più volte soprattutto la chiusa che mi piace moltissimo:
    E l'unica cosa che acquieta i torti
    è la caduta dei falsi forti,
    di chi guarda ma non vede,
    di chi prende ma non chiede,
    di chi ottenne senza sforzo
    il tesoro che possiede.
  • Gianni Spadavecchia il 01/02/2013 13:42
    Piaciuta la chiusa ma come sempre, nell'esposizione, i tuoi versi!
    Ipocrisia che si legge tra le righe.
  • pasquale radatti il 01/02/2013 12:13
    Una bella poesia sull'ipocrisia che ci circonda.
  • augusta il 01/02/2013 11:41
    nulla d'aggiungere... come al solito sempre bravo... 1 beso

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0