username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Acqua

La distanza è un respiro freddo
il suo profumo in ciascuno degli angoli del letto
i punti cardinali, la memoria e l'oblio
ho un ricordo che non m'importa
piccole ombre nude esposte alla luce.
Restituisco allo specchio
a una superficie lucida
i miei pensieri
la mia riflessione.
Sorrido.
Se n'è andata
i miei occhi guardano senza pazienza
perché se n'è andata
e con lei la mia speranza.
Non ti provoco
esisto
nudo
esposto
alternativo
come dire
io sono l'altro.
Il bicchiere riposa
sul tavolo
sulla mia mano
sulle mie labbra,
mentre gli stavo vicino
ho contato brevi momenti
caduti dall'orizzonte verticale di una finestra
sciolti nella pioggia
tornano a me bevendo un bicchiere d'acqua
perché a volte l'acqua ricorda
le cose che non sono mai state dette.

 

3
4 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 03/02/2013 12:44
    Ho scorso versi pregni di un vissuto logoro di tanti soprusi... e la limpidezza de l'acqua è sinonimo di un cercar una fonte che sgorghi sereno... GIO

4 commenti:

  • Don Pompeo Mongiello il 07/02/2013 12:09
    Molto piaciuta ed apprezzata questa tua veramente bella!
  • loretta margherita citarei il 03/02/2013 17:09
    concordo con alessandro, piaciutissima
  • Alessandro il 03/02/2013 14:15
    Un'esistenza dura e interminabile che ha lasciato indietro pazienza e speranza. I ricordi ci tartassano, ricordandoci di importanti cose mai dette. Malinconia crepuscolare.
  • rosascarlatta il 03/02/2013 13:27
    piacevole, un po dolce un po amara su certi punti. bella.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0