accedi   |   crea nuovo account

Vecchio bambino

Ti guardo, mentre sali con noia
le scale della scuola.
Irti i capelli,
occhi belli e cupi
un'aria da ribelle.
La vita amara
ti ha lasciato un segno
rubandoti... la spensieratezza di bambino.
Ti ha donato gli anni
pochi per gli altri
ma per te già tanti!
Ti atteggi a grande, ma sei un bambino
triste e già Vecchio
che non crede a niente.
Vorrei donarti
un attimo di gioia
perchè ti sento "figlio"
insieme ai tanti, tanti
figli non miei
eppure accolti e amati
lì tra i banchi della scuola,
tu ci stai stretto
insofferente, dispettoso e stanco.
A te piccolo sfiorito
fiore della vita,
chi ti può dare
una briciola d'amore?

 

1
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 25/01/2014 03:20
    molto bella, complimenti.

3 commenti:

  • Michelangelo Cervellera il 28/05/2008 09:46
    Se ci fosse coscienza che alla fine siamo tutti diversi o tutti uguale, non ci sarebbe bisogno di questa domanda.
    Michelangelo
  • maria teresa di donato il 06/04/2008 01:05
    molto bella.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0