PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

La fame

Il ventre disse

" Ho fame "

cibato da sentimenti astratti il cuore non rispose

immediata
rispose la mente

$ Te lo procuro io $

Miliardi di persone morirono di fame

 

4
5 commenti     5 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

5 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • giuliano cimino il 09/02/2013 00:02
    la saggezza di un vero poeta
  • Anonimo il 08/02/2013 22:37
    Non riusciamo nemmeno ad immaginare come possa essere una carestia, noi che buttiamo e sprechiamo giorno dopo giorno... Siamo così lontani dal capire cosa significa morire per la fame e per la sete... Non possiamo restare indifferenti difronte a chi muore di fame e di sete... Bellissima Vincenzo!
  • Rocco Michele LETTINI il 08/02/2013 18:17
    Se il cuore seguisse la mente nulla al mondo si farebbe...
    Una poesia... tanta saggezza... IL MIO ELOGIO VINCE'
  • Aluna Morrison il 08/02/2013 17:54
    non tutte le parole sono "sincere" x questo possono far morire di fame e creare malvagità; a discapito di chi "ama" invece, la bellezza del cuore è per pochi... bellissima riflessione costruita in maniera eccellente
  • Anonimo il 08/02/2013 14:34
    Malvagità della mente quando assoluta è l'assenza del "cuore" perchè -sottolineatura preziosa- nutrito di astrattezze. A quanti falsi amori essa fa subito pensare! Nutriti solo di formule prive di vera sostanza. Il che spesso si verifica quando questi "cuori" a ventri supersazi si accompagnano che la fame altrui non sono assolutamente capaci di percepire.

5 commenti:

  • Anonimo il 08/02/2013 12:57
    la mente degli uomini procura morte... pensa solo a se stessa a discapito degli altri che possono anche morire di fame... sempre più poveri... una vergogna... tema forte ben trattato da te vincenzo grande poeta... bacio
  • Anonimo il 08/02/2013 12:40
    E siamo appena agli inizi perché di miliardi ne moriremo ancora molti di fame!
    Neanche potremo compensare con l'acqua, come voleva fare Totò con un suo cavallo, perché l'acqua non ha la stessa consistenza del pane e poi verrà a mancare pur'essa.
    Messaggio forte e chiaro, ricevuto da noi, ma non dalle menti capocce universali e dai cuori sensibili solo ad altro. Bravissimo Vincè!
  • Dora Forino il 08/02/2013 12:05
    la fame aumenta nel mondo;e rimaniamo sordi al richiamo...
    apprezzata!
  • Alessandro Valentino il 08/02/2013 11:55
    Bel messaggio, sinteticamente intenso. Complimenti

    LoScemoDelVillaggio
  • Antonietta Mennitti il 08/02/2013 11:45
    Cuore e mente sordi al richiamo del digiuno e della fame... e intanto la fame aumenta e con essa la morte s'incammina...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0