accedi   |   crea nuovo account

L'obbiettivo

Questo immanente istante
cuore palpitante e stanco
luce che acceca il presente.

Poi pian piano l'ombra
fino al rallentare del ritmo
tu- tum, tu... tum... tu...

onda mi trasporta
ma come cozza agganciato
allo scoglio resito

al non sentire,
al lasciarsi andar
come morire.

E al riparo
dal rifrangersi delle onde
dentro me spunta una perla a pois.

E di nuovo d'amor mi sento vivo
per ricercar e metter a fuoco
l'obbiettivo

ritrovo a stento forza in solitudine
sensibilita vivida torna
e ritrovo identità, tassello dopo tasselloo.

 

3
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 09/02/2013 00:49
    Un focale 1000 usato per riprendere nitido amor... Grande pensatore che sgorga versi di eloquenza... IL MIO ELOGIO RAFFAELE

2 commenti:

  • Alessandro il 09/02/2013 13:32
    Una rigenerazione nella solitudine, come una boccata d'aria fresca. Torniamo lucidi e i nostri obbiettivi si delineano chiaramente.
  • loretta margherita citarei il 09/02/2013 04:16
    sempre bravo, apprezzatissima

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0