username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Unione

Ti guardo mentre dormi
sul divano, avvolto nella coperta.
Guardo i tuoi capelli brizzolati dagli anni,
il tuo respiro regolare, il tuo corpo abbandonato.
Statua marmorea che riposa abbandonata ai sogni.
Bambino indifeso cullato dal riposo ristoratore.
Ti guardo e la tenerezza mi prende l'anima,
unico uomo che fa di questa vita degna di essere vissuta.

 

3
3 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 09/02/2013 18:12
    Unione d'eterno... in un verseggio mirabilmente costrutto... LA MIA LODE MARIA GRAZIA
  • Giorgio Thieme il 09/02/2013 16:26
    Leggendo questi bellissimi versi ho ricordato una mia vecchia poesia molto simile nel concetto e nella semplicità descrittiva.
    Mi sembrava di aver scritto una poesia ricca di emozione di sentimento, di quei valori fondamentali della vita che nascono e maturano nel tempo eppure nessuno l'aveva capita ne apprezzata, forse considerata troppo banale. Eppure sono proprio le piccole cose del quotidiano che rendono la vita degna di essere vissuta. Tutto questo per significare il valore intrinseco di questi versi che pur nella loro semplicità creano un forte impatto emotivo.
    Piaciuta moltissimo!

3 commenti:

  • Fabio Magris il 09/02/2013 19:44
    Trovo bellissimo guardare la propria metà del cielo quando dorme, è un atto tenero, è un momento che ti prende l'anima...
    Complimenti, piaciuta:
  • Anonimo il 09/02/2013 17:51
    Molto molto tenera questa tua, mi piace molto, perchè la sento vera, è scritta con amore.
  • Alessandro il 09/02/2013 13:29
    Un amore passato indenne attraverso gli anni, due anime fragili eppur forti che si contemplano a vicenda.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0