PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Gomma

Gomma la mia vita dorata
Gomma il vuoto nero senza confini

Boati squassano insenature
Livido il colore delle tue mani

Mi divora il mare con i suoi pesci
Ippocampi sinuosi rincorsi da perle.

 

8
6 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Pepè il 11/02/2013 11:19
    La gomma di una vita dorata respinge i boati di chi ha le mani livide magari per un duro lavoro. È più bello guardare il passaggio di ippocampi sinuosi...
    Non so se la mia interpretazione è valida, questi versi restano però carichi di una certa suggestione
  • Anonimo il 10/02/2013 08:43
    Bellissima Vincè e profonda come il mare.
    Cambia gomma però, prova quella da masticare!

6 commenti:

  • Alessandro il 11/02/2013 20:57
    Una vita flessibile come gomma, ma piena di insenature e contraddizioni. Interessante.
  • antonina il 10/02/2013 18:09
    gomma mi fa pensare a qualcosa che è capace di attutire, di parare i colpi. Insomma non fermiamoci... impariamo a combattere le avversità della vita.è molto ermetica questa tua.
  • Gianni Spadavecchia il 10/02/2013 13:00
    Tutto si cancella ma niente si dimentica.
    Piaciuta!
  • roberto caterina il 10/02/2013 11:59
    Le profondità del mare possono essere come muri di gomma, sì, bella riflessione.
  • Anonimo il 10/02/2013 09:39
    Molto bella e profonda, Vicenzo.
  • Vincenzo Capitanucci il 10/02/2013 08:06
    Bellissima Vincenzo... un tuffo nelle profondità del cuore...

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0