accedi   |   crea nuovo account

Sguardo

Guardi l'infinito
con occhi di rugiada.
Trema la mano chiusa
nel pugno di solitudine.
Tristezza e sconforto
negli occhi incolori
persi nella nebbia del giorno.
La tua anima smarrita
nella notte solitaria
senza luce, senza calore.
Ti allontani d'estate
quando gli alberi
sbattono in faccia
il colore della speranza.
Quando moltiplicano
al calore del sole
il manto di freschezza.
Senti il gelo
avvolgere il cuore,
i pensieri, i ricordi.
Lo sguardo vaga
nel rumore sordo
di un muro scrostato.
Chi lo dice che
l'amore è un fuoco artificiale
che scoppia nei colori
che illumina il cielo
di luce e gioia.
L'amore può finire
lento e tiepido
come un camino
che si spegne piano
e non dà più calore.

 

2
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 10/02/2013 18:34
    Peccato che sia intrisa di tristezza... Fantastico verseggio Rainalda...

2 commenti: