accedi   |   crea nuovo account

La porta di luce

Mi piace sentire,
delicato alito maschio,
lambire l'estremità
delle mie cosce.

Anelito focoso è
gettare lo sguardo
su quella sommità,
in cui si perde
antico sogno
d'infinito nulla.

Mi piace
quel tener racchiusa,
tra veli di trasparente
emozione trepidante,
la porta di luce
per aprirla improvvisa
... acceca...

Anche il sentir mio
si oblia infine
di tanto sguardo.

 

2
4 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • ciro giordano il 16/02/2013 18:22
    una poesia che parla di sensualità e dell'infinito mistero del corpo... come se fosse un ponte ( e forse lo è..) piaciuta molto
  • Rocco Michele LETTINI il 10/02/2013 18:49
    La porta de la luce che manda raggi di piacere... acceca l'occhio incantato da cotanta meraviglia... SILVIA STREPITOSA NEL TUO FORGIAR...

4 commenti:

  • silvia leuzzi il 17/02/2013 12:04
    Bella interpretazione Ciro quella del ponte non l'avevo vista... mi sono riallacciata alla tematica dell Porte da aprire, le porte da superare... l'amore è dietro la porta dell'infinito sentire. Ciao e grazie per la tua attenzione
  • Alessandro il 11/02/2013 21:02
    Fantasia scatenata e seducente, nel pieno della passione.
  • Gianni Spadavecchia il 11/02/2013 07:45
    Molto passionale la parte iniziale Molto piaciuta, i miei complimenti!
  • silvia leuzzi il 10/02/2013 18:55
    Sono contenta Rocco che ti piaccia un salutone

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0