accedi   |   crea nuovo account

Di Stelle e Sirene

Tumulti impetuosi
fasci luminosi
di stelle edere
come appese al soffitto
di un cielo mai domo
di un cielo mai sazio
dei tuoi occhi di terra e ambra

Tormenti ondeggianti
onde straripanti e possenti
come tempesta d'acqua e luna
i tuoi occhi di donna
che parlano e chiedono
la loro mania
che parlano e chiedono
venia, di nenia
mia cantilena
di sesso e di idee
d'edere appannate
di perle sfiorite
e di stelle appassite
rose sfinite..
appese su orchidee
leggere come orchidee
che porta dal canto di quella
sconosciuta sirena
che tiene nel palmo quella
sconosciuta sirena
che danza il suo ballo
nel suo canto ondeggiando

 

3
3 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 17/02/2013 11:07
    Stupenda ne la sua mirabile sequela... IL MIO ELOGIO GIULIANO

3 commenti:

  • stella luce il 18/02/2013 14:40
    stelle e sirene che vivono nei tuoi versi... un amore che fa vivere tutto questo... bravo
  • Alessandro il 17/02/2013 23:35
    Agitazione emotiva, tumulto interiore che genera irruenza corporea. Molto particolare.
  • Vincenzo Capitanucci il 17/02/2013 07:02
    Occhi di donna... portano il canto di una sconosciuta sirena.. tenente nel palmo... una sconosciuta sirena.. che danza il suo ballo.. ondeggiando...

    Molto bella Giuliano..

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0