PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Costante mutazione

Solo davanti allo specchio
sono io, sono bambino,
ragazzo e vecchio.

Costante mutazione
e sensazione di fragilità,
illusorio isolamento momentaneo

attimo di eternità.
Capisco e sento
per sentire e capire

nonostante distorsioni
nell'istante,
sono conduttore e conduco

onde, fuscello presente!
Nel ruscello, tra purezza
e macchia, es il divenir.

 

3
3 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

3 commenti:

  • loretta margherita citarei il 18/02/2013 04:36
    profonda poesia, complimenti raf
  • Alessandro il 17/02/2013 23:46
    Una contemplazione allo specchio che travalica il significato stesso di "tempo". Cambiamenti impercettibili eppur costanti, fragilità interiore ed esteriore, un senso di incombente disfatta. Piaciutissima
  • Anonimo il 17/02/2013 19:39
    molto bella e profonda... la vita é mutazione un bacione... e sempre bravo

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0