PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Alla ricerca di me stesso

Cuore in tempesta
alta marea
onde lunghe che si accavallano
innalzano
infrangono
in bianca schiuma
gemendo.

L'eco mi rimanda
un tonfo al cuore
un nodo alla gola
un fremito
di un corpo naufrago
in un mare di pensieri.

Emergono vecchi amori
memorie ormai sopite
speranze e paure.

Rituffarmi in questo mare
mi eccita ed inquieta,
vorrei ricominciare
ma vedo strade già battute
ed orme sbiadite.

 

6
7 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Vincenzo Capitanucci il 18/02/2013 10:26
    Bellissima Ettore... di un corpo naufrago... in un mare di pensieri... mi eccita il pensiero di scoprire... un'isola nuova... per non ricadere nel tormento di orme già sbiadite...
  • Rocco Michele LETTINI il 18/02/2013 09:46
    Dove il tutto e scorso... rimembrare è... il solo obbligo tra eccitazioni ed inquitudine. Profondo verseggio Ettore.

7 commenti:

  • Alessandro il 18/02/2013 22:43
    Excursus sentimentale nell'esistenzialismo. Malinconica e contrastante la chiusa. Ottima, direi.
  • denny red. il 18/02/2013 19:06
    Ricordi pensieri.. lá sull alto di una scogliera si vede il mare.. l, eco mi rimanda un tonfo al cuore.. un'onda mi avvolge giù.. in un mare..
    Bellissima!! Ettore, Ben scritta Bravo.
  • Ettore Vita il 18/02/2013 12:53
    Cara Vera, non c'è bisogno del bravo o bravissimo. basta la tua e la vostra simpatia.
  • Ettore Vita il 18/02/2013 12:44
    Grazie amici dei commenti così veri. Purtroppo (o forse no)caro Salvatore il tempo modifica il vissuto e quando in nessun luogo trovi pace e gioia, ritorni da Penelope, magari per ripartire.
    Ricordi Boccadoro di herman Hesse, dopo tanto girovagare tornò dall'amico in convento. Ma la nostalgia lo assalì e ritornò sulle vecchie strade, ma non riuscì a vivere nuove esperienze, era come un cane in cerca delle sue orme.
  • Anonimo il 18/02/2013 12:39
    Non ti ho detto <bravo>, anzi <bravissimo>, per l'ottima descrizione dello stato d'animo evocato, solo perchè afferrata proprio dal messaggio che ne ho ricavato.
  • Anonimo il 18/02/2013 12:36
    Sempre si può fare nuova la vita, se dipende da noi.
  • Anonimo il 18/02/2013 11:25
    Bellissima, una ricerca di sé che passa attraverso ricordi e pensieri concitati, ma mai si torna indietro e del passato restano solo le orme, sbiadite e impercorribili.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0