accedi   |   crea nuovo account

Spazio vitale

Talvolta dal mio silenzio
escono parole aggrovigliate,
confuse,
com'è confuso ciò che mi circonda.
Tutto intorno
assomiglia al disordine
che c'è all'interno dei miei cassetti.
Con un estremo passaggio
che segue gli umori del tempo instabile,
fatico a discernere,
decidere,
impormi tagli netti.
Con questa confusione variopinta
che invade e pervade
ci convivo.
Tanto alla fine
l'ordine si impone da se,
non fosse altro
che per pura sopravvivenza
ed il bisogno di trovare
uno spazio vitale.

 

3
4 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Ferdinando il 19/09/2015 00:09
    apprezzata... complimenti.
  • Rocco Michele LETTINI il 19/02/2013 01:03
    UNA PERSONALE... LASCIATA NE LA MEDITAZIONE... MIRABILMENTE FORGIATA GIO

4 commenti:

  • Don Pompeo Mongiello il 13/03/2013 17:00
    Sensibilità in versi ben riportati. Complimenti dunque e di vero cuore.
  • loretta margherita citarei il 19/02/2013 07:09
    molto intensa, apprezzatissima
  • Gianni Spadavecchia il 19/02/2013 06:25
    Molto personale e ben scritta questa poesia. L'uomo, figura nomade, cerca stabilità per esternare il suo "essere".
  • Alessandro il 18/02/2013 22:57
    Un'esistenza nomade che cerca stabilità per poter tirare il fiato e tirare fuori ciò che ha dentro. Molto particolare.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0