username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Quindici ore

Son così rilassanti le onde del mare.
Restare qui che importa del freddo,
mi riscalda lui.
È come se mi cullasse,
abbracciasse
a suo modo, mi ama. Io amo lui.

Mi trasporta come un aereo che solca le strade del cielo,
si protrae verso la meta, così vicina.
Queste onde riflettono ciò che sono,
un'anima selvaggia in cerca di pace nella tempesta.
Non ho bisogno di luce io.
E se sono triste c' è qualcuno come lui a consolarmi,
quando ho voglia, lui c' è sempre, aspetta.
Non come altri, tanti.

 

1
2 commenti     1 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

1 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Don Pompeo Mongiello il 27/07/2014 10:43
    Una sensibilità espressa in versi eccezionali!

2 commenti:

  • Maria Teresa il 21/05/2014 14:53
    "un'anima selvaggia in cerca di pace nella tempesta."
    Bello e struggente questo verso, caro Giuseppe, la dice lunga sul tuo stato d'animo e bella l'intera poesia.
    Un saluto

  • Anonimo il 16/10/2013 16:44
    Bella, bellissima! Spero torni a scrivere e pubblicare qualcosa al più presto. Un forte abbraccio!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0