PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Tina... Tina... Tinaaaaaaaaaaaa!

Si stanotte
son folle d`amore,
e si Tina,
folle non molle,
ebbro come mai.
Vorrei
che il tempo
si fermasse
ehhh... come?
Meglio se la casa
de zi Nicolina
franasse?
Fermasse ho detto,
il tempo nostro,
cribbio!
Dammi i tuoi
occhi dolci
amore e...
nel frigo?
Ma quali dolci,
mangiateli tu.
E fammi dì.
Scrutassero i
monti elevatasi
dal divano.
Le luci del
cuore tuo
schiantano,
uè schiantano
no schiattano.
i fari della
mia anima:
Ehhh... Noo..
non s`è rotta
la macchina,
i fari dicevo
... Nooooo,
Non me so
accattato
a motocicletta.
I fari dicevo,
che illuminano
i sentieri bui.
Bui bui bui,
lui non c`entra,
... Tinaaaaaaa
e fatti l`amplifon.
Ehhh... Che,
I capelli?
Non il fon Tina,

12

3
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 21/02/2013 09:50
    UNA SATIRA DIVERTENTE CHE SI LASCIA A REALE METAFORA QUOTIDIANA... IL MIO ELOGIO AURO
  • Anonimo il 21/02/2013 08:11
    Aurè, mi è piaciuta sai, ma solo per saperlo... dove l'hai scritta? Mi puzza tanto di Can Tinaaaaaaaaaa!

2 commenti:

  • loretta margherita citarei il 21/02/2013 10:03
    ironica, povera tina! ciao, amicuzzu, sempre solare sei tvb
  • Anonimo il 21/02/2013 07:52
    Grande Auro, nonostante la sordità c'è l'amore "amplifonato".

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0