accedi   |   crea nuovo account

come vento

vorrei essere vento,
appena uno sbuffo, magari,
per sussurrare il tuo nome
in uno bisbiglio,
con la dolcezza del refolo
che accarezza le foglie,
vorrei essere vento ristoratore
per alleviare ogni tuo dolore,
brezza tiepida che annuncia,
trepidante, il sole,
ma vorrei, solo per un attimo, essere
impetuoso, per atterrire
i fantasmi tormentosi del tuo vivere
per poi cullarti,
come su di una nuvola
e raccontarti di fate e arcobaleni

 

0
4 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

4 commenti:

  • sara rota il 17/10/2007 11:19
    Molto dolce... mi è quasi sembrato di essere cullata da questa leggera brezza... 9
  • patrizia sgura il 17/10/2007 08:56
    Bellissima anche questa, mi piacciono molto le poesie che parlano di fate. Il tuo senso di protezione verso questa persona è tenerissimo.
  • Anonimo il 02/10/2007 00:07
    Il tuo vento mi ha quasi sfiorato.
    Bel componimento.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0