username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Delirio dei sensi

Mi tiene legato alla terra
Negli occhi divampa
L'ambito corporeo desio.
La notte mi sveglia
L'odore di donna acerba
E freme tesa
La corda sfiorata
Dalle immature parole.
Il delirio dei sensi
Sotterra la pudica ragione.
Labbra poggiate
Come bocciolo allo stelo
Rigonfie di transitoria passione.
Occhi voraci di passi infiniti,
Curiosi, violenti
Affamati di brutali sapori.
Affondo l'impronta
Dentro i tuoi umori
Mi privo di me,
Ti sento.
Ti sento leggera
Cammini sul sesso
Arrivi al pensiero.
Schiudi quegli occhi
Ponti per i miei piedi adulti
Eppur vogliosi d'estasi.

 

3
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Marco Briz il 01/10/2013 22:48
    C'è trasporto e non banalità, ci sono belle parole e personalità. Scrivi molto bene. Bravissima
  • Giulia Aurora il 25/09/2013 13:53
    molto bella ed apprezzata
  • loretta margherita citarei il 23/02/2013 18:30
    molto sensuale apprezzatissima
  • gio porta il 23/02/2013 11:12
    Sembra quasi di sentire gli umori, gli odori, i sapori...
  • giuseppe gianpaolo casarini il 23/02/2013 11:04
    Bello quel camminar sul sesso!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0