accedi   |   crea nuovo account

Incroci pericolosi

ad un incrocio
v'era un cagnolino
dal traffico intenso bloccato
col musino corto, serrato
in una buffa, lunga museruola.


Se ne stava lì, mezzo morto
di paura, coda e orecchi bassi,
accovacciato, tremando
in tutto il corpo.

Nei suoi occhi
spaventati e supplicanti
ho letto il solitario terrore
simile al dolore
dell'umanità che nessuno soccorre.

Sol una cosa potei fare
l'incrocio imboccando:
quella di evitare
di prenderlo sotto.

E andando
pensai che noi pure
con museruola o senza,
siam spesso bloccati
ad un incrocio
tra pericoli gravi

e intorno a noi la vita turbinosa
delle altre creature
c'ignora e c'abbandona
correndo senza posa.

 

3
3 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 24/02/2013 19:00
    Eh amica mia, gli incroci dell'indifferenza sono parecchi e stai certa che i semafori, a quegli incroci, segneranno sempre rosso.
    Questo lo è per i cani, ma anche per le persone che tanto vengono considerate solo in funzione di quel che hanno e non per quello che sono.
    La tua poesia fa molto riflettere e mi complimento con te!
  • Rocco Michele LETTINI il 24/02/2013 17:47
    SIMILITUDINE DAVVERO ENCOMIABILE LORY... IL MIO ELOGIO...
  • agave il 24/02/2013 17:01
    in certi momenti penso anche io che sia cosi ma devo ammettere che si trovano anche tanti cagnolini che ci accompagnano lungo la strada!

3 commenti:

  • Fabio Solieri il 05/03/2013 08:24
    Speriamo che passato l'incrocio il cagnolino sia tornato alla felicità.
  • sergio il 24/02/2013 17:25
    brava, bella e vera. C'ignora e c'abbandona... Grande loretta!
  • rescaldani franco il 24/02/2013 17:18
    Infatti ormai la vita è fuggi fuggi generale. ognun pensa a se stesso e noi, che d'un aiuto avremmo bisogno ci troviam sperduti a varcar la via, bella e fotografica poesia!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0