accedi   |   crea nuovo account

Anticristo

Racconta lo splendore
d'un Sole sovversivo.
Descrivici il sapore
d'un morso che fu vivo.

Nel mondo capovolto
lo spirto è decomposto,
il frutto del raccolto
bruciato di nascosto.

La luce ha abbandonato
il talamo dell'ombra.
Il ventre è ingravidato
dall'odio che lo ingombra.

Strisciando, diveniamo
né uomo né animale;
esangui, contempliamo
la nascita del male.

 

6
4 commenti     6 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

6 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Martina Giurgevich il 28/11/2013 02:40
    L'ultima tua strofa mi fa pensare al serpente... ma il serpente È la Conoscenza (che dovrebbe essere il fine ultimo dell'Uomo), non il Male biblico del peccato originale.
  • Anonimo il 03/03/2013 21:10
    Parole, le tue, che costringono a pensare...
    Tuttavia la luce ha il potere di sciogliere il buio.
  • Anonimo il 28/02/2013 09:16
    Con il tuo scrivere immergi l'autore in un turbinio di cose che abitano in noi... Molto piaciuta bravo!
  • Rocco Michele LETTINI il 26/02/2013 22:22
    STUPIRE È IL TUO FORTE ALESSANDRO... E CON QUESTA TUA FRESCA PANELLA HAI RISTORATO LA NOSTRA VOGLIA POETICA... ELOQUENTEMENTE DEGNO D'ENCOMIO...
  • gio porta il 26/02/2013 16:33
    L'eterno dualismo in un pensiero che analizza i principi che sono a volte complementari e a volte in conflitto, come il bene e il male, approfondendo la natura della realtà e del processo conoscitivo.
  • silvia leuzzi il 26/02/2013 12:54
    Che bella Alessandro ontico-onirica ci scava dentro e ci possiede lasciandoci basiti e silenti. E di questo silenzio d'orrore vestito " esangui, contempliamo
    la nascita del male. "
    I miei complimenti vivissimi la condivido su Facebook credo non ti dispiaccia Ale.. ciao

4 commenti:

  • Don Pompeo Mongiello il 10/03/2013 14:18
    Un laudo sincero per questa tua eccezionale davvero!
  • Anonimo il 03/03/2013 08:20
    hai ragione ale... ci stiamo abituando e non ci accorgiamo che serpeggia tra noi... intensa opera e bella riflessione... cerchiamo di uscire da questo torpore...
  • Vincenzo Capitanucci il 28/02/2013 07:48
    né uomo... né animale.. abbiamo perso la ragione... e l'istinto..

    Bravo Alessandro...

    .. La luce ha abbandonato
    il talamo dell'ombra...
  • Anonimo il 26/02/2013 12:45
    Oramai non lo contempliamo più perché ci navighiamo proprio dentro. Piaciuta molto!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0