accedi   |   crea nuovo account

Nodi da Marinaio

Ho comprato delle poesie nodose.
Ho cercato, poi, un marinaio
che mi aiutasse a scioglierle.
Ne ho trovato uno al porto
usciva da un Mega Yacht.
Mi ha detto, in inglese,
che sui nodi italiani
non sapeva dove metter lingua.
Gli ho subito sparato in faccia!
Che fine hanno fatto
i poetici marinai di una volta?

 

2
5 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

5 commenti:

  • Anonimo il 26/01/2014 12:26
    ma non ti vergogni a scrivere queste cagate?
  • salvo ragonesi il 05/05/2013 08:27
    l'importante è saper sciogliere i nodi alla nostra lingua e ci riusciamo bene o male ma ci riusciamo non aver cruccio alcuno. ciao salvo
  • Alessandro il 28/02/2013 00:23
    I poeti di una volta non torneranno, noi siamo gli eredi in balia delle onde, senza bussola. Aperta a molteplici interpretazioni.
  • Pepè il 27/02/2013 17:45
    Maledetti inglesi! Ma un giorno l'idioma italico trionferà!
  • gio porta il 26/02/2013 16:47
    Tutti morti, uccisi da compratori di poesie inglesi!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0