username: password: dati dimenticati?   |   crea nuovo account

Laggiù

Quanti i pensieri che si azzuffano
come gatti, che la notte a volte senti soffiare.
Passano veloci ma nitidi e indecisi.
Andare via
lasciarsi dietro, mentre il treno scorre via
quasi una vita intera, una parte piccina l'hai messa
in valigia, cose che forse neppur serviranno
la dove vai.
Dal finestrino ora scorre veloce il paesaggio
ma tu non lo vedi neppure
che pensi già a ciò che veloce ti lasci alle spalle
è un attimo, già stai chiedendo qual sia
la prossima fermata ecco, sicuro ho sbagliato
il treno rallenta ed anche il tuo cuore.
Sei sceso e ti siedi per fare ritorno
laggiù, dove sei tu.

 

6
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Alessandro il 28/02/2013 00:03
    Uno scantinato segreto nella nostra mente. Così presi a domare gli infiniti pensieri che si rincorrono, ci isoliamo dal mondo esterno. Davvero bella.
  • Rocco Michele LETTINI il 27/02/2013 05:23
    UNA SEQUELA CHE LASCIA L'ATTENTO LETTORE A RIFLETTERE SU UN OGGI INDECISO E A MEDITARE SUI TANTI TORMENTI PREGNANTI mentre il treno scorre via quasi una vita intera...
    DECISAMENTE VERITIERA FRANCO... IL MIO ENCOMIO

2 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0