PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Pierre Sous l'âge

Quanti inverni sepolti
sotto una manciata
di sabbia estiva

il lume del mio pensiero
attraversa stanze buie

senza rischiari

senza sollievo
il mondo rischia di morire sotto pietre senza età

la barba fatta ieri
ha già tre giorni

non hai neanche l'alibi
per dire

ero altrove

i cassetti sono vuoti
da sempre sono vuoti solo la polvere del giorno si è accumulata su vecchi calzini abbandonati sul comò

per mancanza di magia

i rami secchi non hanno più uno spolvero di brillanti gemme

risvegliata
di sobbalzo
in una notte con troppe lune

oh mia dolce mulatta
hai perso la via delle stelle

se i colori dei Tuoi sogni non esistono più non è un pretesto per dipingere il cielo del tuo cuore in bianco e nero

fra la luce e l'ombra

fra la materia ed il fuoco

con un dito proteso
sull'oltre nero
disegni astratte calligrafie
esercizi di poco conto

l'assiduo vento di un duetto sgargiante

lanciato dalla finestra della tua anima
in uno spettacolare duello illuminante nelle bozze dei miei occhi le chiassose filiformi ragioni del Tuo giorno

 

6
2 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 28/02/2013 09:24
    Intensi momenti catturati su carta, laddove l'essenza stessa della loro esistenza traspare fra le righe della poesia di questi versi... Bellissima Vincenzo!!
  • Anonimo il 27/02/2013 07:04
    Vincé hai lasciato la porta aperta, stamattina! Sento uno spiffero di ricordi e ho la sensazione che il tempo sia volato.
    Bellissima la tua poesia!
  • Rocco Michele LETTINI il 27/02/2013 05:27
    ..."senza sollievo
    il mondo rischia di morire sotto pietre senza età"

    UN DISTICO RIFLESSIVO CHE FORGIA UNA QUOTIDIANITA'DA CORREGGERE... IL MIO ELOGIO E LA MIA BUONA GIORNATA VINCE'

2 commenti:

  • Alessandro il 28/02/2013 00:05
    Barba incolta e pensieri sparsi nell'abbandono, poi il conflitto illuminante tra luce e tenebre. Stati emotivi che mutano nello sconvolgimento. Ottima.
  • loretta margherita citarei il 27/02/2013 05:40
    SPETTACOLARE LA CHISA, BELLISSIMA

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0