PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il mondo d'oggi

In questo mondo d'oggi chissà dove stiamo andando
tu puoi fare con un gesto mille e più giri del mondo.
C'è la tele col cristallo
che mi sembra un grande sballo,
la tv in sedici noni
che mi porta distorsioni
nelle immagini che vedo
ed in tutto ciò che credo.
Viaggi, spari, film d'azione,
portan tanta confusione
non sai più che cosa fare
poi ci pensi: vuoi azzardare
un esempio da seguire
quell'attore da emulare.
Si rimane chiusi in casa, non cerchiamo spazi verdi
discutiamo di gf di "isolisti" e studi "aperti"
che macello sta nel mondo, un disordine mentale
che riusciamo a definire come mondo digitale
si sta come pesci lessi abbioccati e rimbambiti
ingabbiati nella rete di un miliardo e più di siti
blog e social all'impazzata: dai comincia tu a parlare
si comincia un poco soft poi si inizierà a sparare
ogni piccola idiozia porterà una discussione
non pensieri ragionati solo un gran polverone
di politica, di sport, viaggi, soldi ed avventura
ma nessuno che si accorga dove sta la fregatura
siamo massa non persone che han smarrito le parole
ignoranti in casa e in strada e perfino nelle scuole
frena, ferma e torna indietro alla tua semplicità
da dividere con gli altri dimostrando umanità.

 

3
4 commenti     3 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

3 recensioni:

4 commenti:

  • Anonimo il 28/02/2013 08:46
    Triste realtà in cui l'uomo ha perduto la sua vera identità!
  • Alessandro il 28/02/2013 00:10
    Bella critica, forse sarebbe utile una limatina sulla metrica.
  • Rocco Michele LETTINI il 27/02/2013 21:12
    FOTOGRAMMI DALLA QUOTIDIANITA'... IL MIO ELOGIO ANTONIO...
  • laura il 27/02/2013 17:12
    Hai descritto alla perfezione il mondo di oggi. Viviamo solo in maniera virtuale, nascondiamo le insicurezze dietro ad uno schermo e non abbiamo il coraggio di confrontarci, di parlare con il cuore! Le lettere di una volta scritte a mano... oggi non ci sono più! erano calde ed emozionavano! oggi nessuno sa più parlare, siamo diventati privi di interesse per tutto ciò che ci circonda! La tua poesia dovrebbe farci riflettere e comprendere che abbiamo bisogno di più calore umano! Complimenti Antonio un grosso saluto

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0