PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Stromboli

Dalla prua della barca
guardone arrapato
godo dell'amplesso.
La calda montagna
totalmente innamorata
del suo mare
ansima impazzita...
Lui le cinge le caviglie,
lei eccitata
risponde con baci di fuoco,
leccandolo avida
con le sue lunghe lingue
incandescenti...
Cascate di calde carezze
invadono l'azzurra pelle.
Le mie mani frenetiche
percorrono i sensi,
e brividi interminabili
accompagnano
lo straordinaria fortuna
d'esser spettatore
d'un si totale atto d'amore

 

2
4 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 28/02/2013 08:01
    Mai amor è stato sì fervente... IL MIO ELOGIO AURO
  • agave il 28/02/2013 06:01
    una versione orgiastica di una autentica meraviglia, stromboli è una terra magica, quando sei li, è facile che compaia un'illuminazione che si aspettava da tempo

4 commenti:

  • Alessandro il 28/02/2013 23:44
    Amplesso forsennato, estasi orgiastica con eruzione vulcanica. Molto originale.
  • loretta margherita citarei il 28/02/2013 08:02
    BELLISSIMA DESCRIZIONE, RIESCI A VEDERE TUTTO CON GLI OCCHI DELL'AMORE
  • Vincenzo Capitanucci il 28/02/2013 07:40
    Vulcanica... Auro... incandescente..
  • Anonimo il 28/02/2013 07:10
    Bella bella! essere spettatori partecipi con corpo e mente di una natura sorprendente e sentirsi parte di essa come non mai.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0