accedi   |   crea nuovo account

Addio

Le scarpe rosse
dalle suole intatte
vibrano appese
al chiodo del mio desiderio

non ho più nulla da dirti
e lo sai

Mi tengo
trattengo
l'odore del vino
e del sesso

il tempo si è insinuato con corna di diavolo
e recita la noia su facce increspate

il corpo svuotato dall'ora del vizio
vuoto,
come chiesa nel suo giorno feriale

Ora il silenzio ha colpi che non disturbano
masticando l'addio
attenderò con braccia conserte il traguardo

 

2
2 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

2 commenti:

  • Alessandro il 03/03/2013 15:59
    Il coraggio di prendere in mano la propria vita, sfogandosi in un addio necessario.
  • denny red. il 02/03/2013 19:08
    Non ho più da dirti..
    attenderò..
    Bella! Bei versi Ben scritta!
    Brava Giulia.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0