PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Il riccio

So dove dorme il riccio
in quella bolla, respiro di prato
è una tana, rifugio in fiducia
So che gli aculei a riposo
sono frecce sepolte
asce ricoperte per pace
Lavoro nelle brine del freddo
ogni passo è un per dove
ma quando son vicino alla bolla
il respiro del riccio
mi risuona sereno
e guardingo cammino leggero
Che dorma, che torni
e alla sveglia corra lontano

 

3
5 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Rocco Michele LETTINI il 03/03/2013 14:27
    Nitidi fotogrammi sviluppati diligentemente... IL MIO ELOGIO GIUSEPPE
  • Vincenzo Capitanucci il 03/03/2013 13:30
    Bellissima Giuseppe... di una grande delicatezza e sensibilità.. che il nostro Amico Riccio.. merita tutta...

5 commenti:

  • Giuseppe Amato il 03/03/2013 19:06
    grazie per i commenti così lusinghieri!!!!!
  • loretta margherita citarei il 03/03/2013 18:20
    veramente bellla complimenti
  • anna marinelli il 03/03/2013 15:54
    So dove dorme il riccio e so dei suoi aculei a riposo!!! ma che meraviglia! belle immagini, bravo!
  • Alessandro il 03/03/2013 15:52
    Un riccio che dorme chiuso in se stesso, l'ascia di guerra sepolta, al meno per il momento.
  • Anonimo il 03/03/2013 12:58
    Versi che sanno di rispetto assoluto. Bellissima la descrizione degli aculei!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0