accedi   |   crea nuovo account

Fuori dagli schemi

È una notte corta!

Troppi pensieri
si affollano
alla soglia della ragione,
si spingono,
si accavallano;
prepotenti,
cercano di prevalere
gli uni sugli altri.
Che casino.

Ho bisogno di riflettere,
mi alzo,
prendo una Red Bull dal frigo,
accendo una Malboro.

Tutto mi è chiaro.

Devo dare un taglio netto
a questa cazzo di vita.

La monotonia della quotidianità
ha spento la voglia di Essere,
mi trascino nella Vita,
non la cammino.
Devo riprendere il passo,
tirare fuori
la Luna dal pozzo.

Sono pazzo,
non voglio più
rotture di cazzo,
voglio vivere per me;
nè con Altra nè per l'Altra.

Andrò a letto
quando vorrò,
dormirò quanto vorrò,
non avrò condizionamenti,
non sentirò più lamenti.

I bisogni fisiologici
li appagherò
con avventure occasionali
piuttosto che
nelle strade del sesso
o nelle case a luci rosse;
una donna
la si trova sempre.

E poi,
alla mia età,
si hanno pochi tabù,
anche un Trans
va bene alla bisogna.

Se non trovassi,
bhè, poco importa;
non mi sono mai masturbato,
a tutto c'è una prima volta.

 

1
2 commenti     2 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

2 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 06/03/2013 16:20
    Un'opera che, trasgredendo i canoni della cosiddetta buona creanza, ci lascia attoniti innanzi a tanta franchezza. Spirito e mente, quelli dell'autore, senz'altro da invidiare.
  • Rocco Michele LETTINI il 03/03/2013 18:59
    Fuori dagli schemi per ritrovarsi nel sereno... UN ASTUTO VERSEGGIO... IL MIO

2 commenti:

  • Alessandro il 03/03/2013 23:21
    Vita fuori dagli schemi in questi versi liberi, scatenati.
  • loretta margherita citarei il 03/03/2013 18:27
    disperato erotico stomp, cantava dalla, piaciutissima ezio

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0