accedi   |   crea nuovo account

Come petali di rosa stracciati

Dentro la mia voglia lunga
come il filo del baco sputato,
ho guardato dall'alto la mia natura,
l'ho trovata astrusa, cattiva a volte,
mi nega la vetta e resta amaro
in questa bocca di sale, dove alberga miele.

Come petali di rosa stracciati
a terra, calpestati
restano i desideri miei
sfrenati, insaziati.

 

4
3 commenti     4 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

4 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • Anonimo il 08/03/2013 15:24
    bella bella bella! non saprei che altro aggiungere!
  • Antonio Garganese il 04/03/2013 11:28
    Guardarsi da fuori, lontano da sé: vien fuori un'immagine assai composita e interessante a metà tra aspra e zuccherosa, Molto bella.
  • Rocco Michele LETTINI il 04/03/2013 06:31
    DAL FORTE DEL TUO VERSEGGIO UNA DURA REALTA'... LE FRUSTATE AL NOSTRO SCORRERE VITALE...
  • vincent corbo il 04/03/2013 06:20
    La nostra vera natura... mi piace molto questa poesia... sai, giusto ieri leggevo una bella recensione al film di Kubrick "Eyes wide shut" che affronta proprio questa tematica.

3 commenti:

  • Fabio Mancini il 10/03/2013 07:05
    Mi piace la tua introspezione: desideri sfrenati e insaziati. Potremo mai essere felici qui ed ora? Un sorriso gentile, Fabio.
  • silvia leuzzi il 08/03/2013 21:20
    Uao che dire fantasticamente felice che piaccia anche a voi quanto piace a me. Un super bacione a tutti
  • Alessandro il 03/03/2013 23:20
    Il desiderio frustrato appassisce sul duro terreno, calpestato e umiliato. Dolente intensità in pochi versi ben piazzati.

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0