PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Elogio al Tuo Sguardo (o Elogio alla Donna)

I tuoi occhi penetranti
e poi così sognanti
fanno sfregio, sprezzo e sberleffo
a chi li guarda senza rispetto
fanno quasi timore
a chi li guarda con amore

Dai tuoi capelli sfilo le lacrime
comete, ametiste di stelle imprigionate
nella metà del cielo del tuo sguardo di donna
ruvido, leggero, solerte sincero severo o sereno

Cristalli di ghiaccio, neve nordiche scese
scoscese disciolte da scogli di mare azzurro
Cristalli di ali azzurre caduti sui tuoi seni
pieni d'amore lattante nelle riviere di un dì sognante

Ed i tuoi occhi quelli, così erranti
e poi le tue mani che come gabbiani
su un oceano di mare incantato
sbattono s'inalzano alla riva dei miei desideri
lontani cammini, vicini tutto tremante
io.. che d'innanzi alla tua bellezza resto disarmato

Dai tuoi capelli sfilo le lacrime
e dalle tue gambe le nostre anime
cristalli di ali azzurre e pezzi di cielo
nel tuo sguardo che più guardo, e più non mi sembra vero

 

0
0 commenti     0 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

0 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati

0 commenti:


Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0