PoesieRacconti utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare gli annunci. Per informazioni o negare il consenso clicca qui.     Chiudi

Quando sarò morto non chiudetemi gli occhi ho già riposato

È strano
quel morire ad occhi aperti
quando tutta la vita
è stata vissuta ad occhi chiusi

 

7
4 commenti     6 recensioni    

un altro testo di questo autore   un'altro testo casuale

6 recensioni:

  • Per poter lasciare un commento devi essere un utente registrato.
    Effettua il login o registrati
  • vincent corbo il 11/03/2013 06:25
    Questi quattro versi hanno l'effetto di uno schiaffo (riesco a sentire anche il rumore)... uno schiaffo che possa scuotere un'umanità con gli occhi chiusi.
  • Anonimo il 10/03/2013 20:44
    La "dissoluzione" dell'io... L'incompiutezza de L'uomo senza qualità... Bellissima e vera... sublime Vincenzo!!!!!!!
  • Nicola Lo Conte il 10/03/2013 20:35
    Solo perché dietro agli occhi non c'è più un'anima che guarda!
  • Anonimo il 10/03/2013 16:23
    Quel giorno è un momento di verità in cui i nostri occhi si aprono, forse per la prima volta, seriamente.
    E come al solito, l'uomo che confonde il vero col verosimile, le chiude.
    Bellissima Vincé, anche se la mia riflessione, c'entra forse poco!
  • Rocco Michele LETTINI il 10/03/2013 12:59
    RIFLESSIONE IPER...
  • roberto caterina il 10/03/2013 11:50
    molto bella e profondamente vera questa tua considerazione...

4 commenti:

  • Antonella Parisi il 14/03/2013 21:54
    Molti hanno l'apparenza del vivere ma in realta`sono morti. Quando non hai una meta da raggiungere cammini come un cieco e alla fine e` come se non avessi vissuto. Concisa, essenziale, incisiva la tua poesia. Grazie Vincenzo.
  • Anonimo il 10/03/2013 18:10
    Solo il titolo ha un profondo significato. Una riflessione interessante, è davvero strano morire ad occhi aperti... quanti di noi ha vissuto la vita ad occhi chiusi? Quanti?
    Vincè, questa tua mi piace moltissimo. Fa riflettere.
  • gio porta il 10/03/2013 10:26
    Si, strano ma consueto.
  • anna marinelli il 10/03/2013 07:54
    il titolo ricorda un po' la mia... ma il contenuto di questa tua è una sintesi sulla morte dell'uomo senza qualità, originale e stupefacente!!!

Licenza Creative Commons
Opera pubblicata sotto una licenza Creative Commons 3.0